Giosuè Carducci

Giosuè Carducci nasce a Val di Castello il 27 luglio 1835 e muore a Bologna il 16 febbraio 1907. Trascorse gran parte dell'infanzia in Maremma, dove il padre svolgeva la professione di medico. Si trasferì successivamente a Firenze e poi a Pisa per frequentare la Scuola Normale Superiore dove, nel 1856, conseguì la laurea in Lettere. Nella produzione poetica di Carducci è possibile verificare una costante: la ricerca d'un possibile equilibrio tra due concezioni diverse di poesia, tra l'idea di una poesia civile e quella di una poesia come ricerca di bellezza formale, come mezzo di evasione dal presente.

Analisi del testo: "San Martino"

in Rime nuove
Parafrasi
Figure retoriche
Commento
Confronti
Domande e Risposte
Free
Versione Freemium disponibile

Analisi del testo: "Il bove"

in Rime nuove
Parafrasi
Figure retoriche
Commento
Confronti
Domande e Risposte
Free
Versione Freemium disponibile

Analisi del testo: "Pianto antico"

in Rime nuove
Parafrasi
Figure retoriche
Commento
Confronti
Domande e Risposte
Free
Versione Freemium disponibile

Analisi del testo: "Mezzogiorno alpino"

in Rime e ritmi
Parafrasi discorsiva
Figure Retoriche
Commento

Analisi del testo: "Nevicata"

in Odi barbare
Parafrasi discorsiva
Figure Retoriche
Commento

Analisi del testo: "Inno a Satana"

in Poesie
Parafrasi discorsiva
Figure Retoriche
Commento

Analisi del testo: "Nella piazza di San Petronio"

in Odi barbare
Parafrasi discorsiva
Figure Retoriche
Commento

Analisi del testo: "Traversando la Maremma toscana"

in Rime nuove
Parafrasi
Figure retoriche
Commento
Confronti
Domande e Risposte
Free
Versione Freemium disponibile

Analisi del testo: "Comune rustico"

in Rime nuove
Parafrasi discorsiva
Figure Retoriche
Commento

Analisi del testo: "Alla stazione in una mattina d’autunno"

in Odi barbare
Parafrasi discorsiva
Figure Retoriche
Commento