Testo della poesia

Valloncello di Cima Quattro il 5 agosto 1916

1. Come questa pietra
2. del S. Michele
3. così fredda
4. così dura
5. così prosciugata
6. così refrattaria
7. così totalmente
8. disanimata

9. Come questa pietra
10. è il mio pianto
11. che non si vede

12. La morte
13. si sconta
14. vivendo

Parafrasi affiancata

Valloncello di Cima Quattro il 5 agosto 1916

1. Come questa pietra
2. del San Michele
3. così fredda
4. così dura
5. così arida
6. così insensibile
7. così totalmente
8. priva di vita

9. Come questa pietra
10. è il mio pianto
11. che non si manifesta all’esterno

12. La morte
13. si sconta
14. già durante la vita

18 Commenti e Domande

Secchione2

Io amo questa poesia con tutto il mio cuore solamente a causa della mia infinita solitudine nella vita sociale. Vado a buttarmi dalla finestra di casa mia. Pace a tutti i secchioni.

Non ti buttare Secchione. Anche amando la poesia si può avere una splendida vita sociale. Stai sereno :D.

leonardo03-2002

Salve, vorrei chiedere un consiglio riguardante l’analisi contenutustica: quale e’ , a vostro parere, il modo migliore per svolgere l’analisi e come individuare facilmente il tema centrale della poesia?
Grazie per l’attenzione , sono molto contento del vostro sito!

Ciao Leonardo, prova a scaricare l’ebook gratuito “Come analizzare una poesia – passo dopo passo” scritto da noi, ti aiuterà sicuramente. Ecco il link:

http://www.fareletteratura.it/come-fare-unanalisi-del-testo

Danilo

Ogni volta che mi assegnano un commento di una poesia io vengo qua a trarre spunto da queste splendide e ricercate parole. Grazie mille, sei un grande supporto!

Ci fa davvero molto piacere. Grazie a te per l’apprezzamento Danilo ;).

Martina

l’analisi è esauriente, tuttavia non sono molto d’accordo con l’interpretazione dell’ultima strofa. Secondo me il poeta vuole esprimere che soltanto con le sofferenze della vita ,che con il passare del tempo si presentano all’uomo, questo potrà trovare finalmente la pace, attraverso la morte (almeno questa è la mia interpretazione) 😉

Ciao Martina. Com’è scritto i proverbi di Ungaretti risultano sempre oscuri e non è possibile dare interpretazioni univoche senza riserve. Diciamo però che l’interpretazione che abbiamo dato è quella criticamente più accettata e “consolidata”. Ad ogni modo grazie d’averci detto la tua riflessioni, sicuramente interessante! A presto 😉

Beatrice

Ma non capisco l’ultima strofa, qual’è il significato di ‘la morte si sconta vivendo’??

Ciao Beatrice. Come si legge nell’analisi del testo, i proverbi di Ungaretti (come appunto, tra gli altri, “la morte si sconta vivendo”) non sono di facilissima interpretazione. Quella che ci siamo sentiti di dare è che (semplifico rispetto a quanto è già scritto nell’analisi) i morti lasciano in quelli che restano in vita un rimpianto, una sorta di senso di colpa. Ed anche si potrebbe aggiungere che la sofferenza è per chi rimane e non per chi se ne va.

nihal

Grazie di tutto per le vostre analisi.. grazie a voi le mie analisi sono le migliori della classe… comunque vorrei aggiungere che sono presenti due enjambement molto forti ai versi 12-13 13-14… per l’ultima strofa vorrei dire che secondo me il poeta vuole dire che la morte diventata ormai la libertà dopo aver partecipato a una guerra direttamente in trincea… si guadagna vivendo quelle così orribili esperienze che ti fanno desiderare la morte.. ovviamente con una visione molto pessimistica… grazie di tutto 🙂

Anairda

Credo che nell’ultima parte della poesia, il poeta si riferisca al fatto che la morte sia vista come un premio e ci si arriva soltanto scontando la vita (che è vista appunto,come un pegno da pagare poiché troppo dura e dolorosa).

nihal

era esattamente quello che volevo dire Anairda 🙂

Grazie a entrambi per il vostro contributo; continuate a dire, a scrivere la vostra, è una cosa molto bella e interessante 😉

cla

Parole ricercate ma allo stesso tempo comprensibili, concetti precisi e lampanti, completezza d’informazioni: bellissima pagina… complimenti a chi scrive! E grazie!

elvira

Ho fatto una verifica su questa poesia. Speriamo che vada tutto bene e che Ungaretti mi porti fortuna!!

Beatrice

Scrivo questo commento per ringraziarvi del lavoro da voi svolto, anche perchè
“Sono una creatura” di G. Ungaretti rappresenta la mia parte di letteratura per la tesina di III media. Grazie ancora, un saluto. Beatrice

Grazie a te del commento Beatrice, ci fa molto piacere :).