Guido Cavalcanti

Guido Cavalcanti nasce a Firenze intorno al 1258 e muore sempre a Firenze il 1300. Proveniente da una potente famiglia guelfa di cui si ricorda il padre, Cavalcante de’ Cavalcanti, il quale ne fu famoso esponente. Cavalcanti interpreta lo stilnovismo del fondatore della scuola Guinizzelli e ne sposta il centro da Bologna a Firenze. Dipinto dalle cronaca come cavaliere leggiadro ma sprezzante della gente volgare e innamorato della solitudine pensosa, Cavalcanti è ritenuto insieme a Dante il più importante poeta del dolce stilnovo.

Analisi del testo: "Chi è questa che vèn, ch’ogn’om la mira"

in Rime

Guido Cavalcanti appartiene alla corrente letteraria duecentesca che Dante ha denominato, in un celebre verso del Purgatorio (canto XXIV), “dolce stil novo”. Il tema fondamentale è la lode della donna amata, spesso equiparata ad una ...

Vai all'analisi

Analisi del testo: "Perch'i' no spero di tornar giammai"

in Rime

Guido Cavalcanti è un rappresentante della scuola letteraria due-trecentesca che da un verso della Commedia di Dante (Purg. XXIV, 57) prende il nome di dolce stil novo. Al centro dell’elaborazione poetica stilnovista è l’esp...

Vai all'analisi

Analisi del testo: "Voi che per gli occhi mi passaste ‘l core"

in Rime

Guido Cavalcanti appartiene alla corrente letteraria due-trecentesca che Dante ha denominato, in un celebre verso del Purgatorio (canto XXIV), “dolce stil novo”. Il tema fondamentale è la lode della donna amata, spesso equiparata ad una cr...

Vai all'analisi