Analisi del testo: "Amore, gioventù, liete parole" di Sandro Penna

Scheda sintetica dell'opera
  • Autore Sandro Penna
  • Titolo dell'Opera Croce e delizia
  • Prima edizione dell'opera 1958
  • Genere Poesia lirica
  • Forma metrica Quartina di endecasillabi a rima incrociata: ABBA.

Analisi del testo e Parafrasi: “Amore, gioventù, liete parole” di Sandro Penna

Analisi del testo: "Amore, gioventù, liete parole" di Sandro Penna


Testo dell'opera

1. Amore, gioventù, liete parole,
2. cosa splende su voi e vi dissecca?
3. Resta un odore come merda secca
4. lungo le siepi cariche di sole.

Parafrasi affiancata

1. Amore e gioventù: parole allegre,
2. cos’è la luce che insieme splende su di voi e vi decompone?
3. Di voi rimane un odore come acre di sterco
4. per tutte le siepi riempite dalla luce del sole.

Parafrasi discorsiva

Amore, gioventù: parole allegre, cos’è la luce che insieme splende su di voi e vi decompone? Nelle siepi riempite dalla luce del sole rimane un odore acre che ricorda lo sterco secco.

Figure retoriche

  • Apostrofe v. 1: “Amore, gioventù, liete parole”;
  • Allitterazione vv. 2-4: della “s” e della “e”: “cosa splende su voi e vi dissecca?/ Resta un odore come merda secca/ lungo le siepi cariche di sole”;
  • Reticenza v. 2: “Cosa splende… e vi dissecca?”;
  • Figura etimologica vv. 2-3: “dissecca / secca”, con poliptoto per cambiamento categoria grammaticale (da verbo a aggettivo);
  • Ipotiposi v. 3: “Resta un odore come merda secca”;
  • Similitudine v. 3: “come merda”.

Commento



Registrati e Iscriviti alla newsletter


(Leggi la privacy)


Verrà spedita una password via e-mail.

È l'unico passaggio richiesto!

Verrai reindirizzato automaticamente in questa pagina dove troverai il commento per intero.

Hai già un'account? Effettua il login.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.