Analisi del testo: "Agostino" di Alberto Moravia

Scheda sintetica dell'opera
  • Autore Alberto Moravia
  • Titolo dell'Opera Agostino
  • Prima edizione dell'opera 1943
  • Genere Romanzo
  • Narratore Onniscente, extradiegetico
  • Punto di vista Focalizzazione zero
  • Tempo della storia Vacanza estiva

Analisi del testo: “Agostino” di Alberto Moravia

Analisi del testo: "Agostino" di Alberto Moravia


Trama

Agostino racconta della crescita interiore del giovane, che entra in contatto per la prima volta con la sessualità e il denaro, in seguito alla rottura di equilibri nei rapporti con la madre. Quest’ultima è da sempre oggetto per lui di grande venerazione e ammirazione. E tanto grande è la delusione quando ella si concede a Renzo, trascurandolo. I rapporti tra madre e figlio diventano tormentati e Agostino entra in contatto con un gruppo di ragazzi poveri e delinquenti, che gli mostrano la realtà da un nuovo punto di vista e alla cui vita egli vuole adeguarsi. Cerca quindi di nascondere le sue origini borghesi e si comporta come uno di loro. Alla fine anche da questi ragazzi riceve una grande delusione e da quel momento inizia la sua crescita, che è però ancora lontana.

Personaggi

  • Agostino: tredicenne borghese, orfano del padre, che vive con la madre quasi in simbiosi, tenuto lontano dalla realtà e considerato ancora come un bambino. Dopo la scoperta della sessualità si sente confuso e disorientato.
  • La madre: vedova che si concede ad un uomo più giovane di lei e risulta attraente anche agli occhi del figlio, oltre che a quelli degli altri ragazzi della zona.
  • Renzo: giovane amante della madre, che le fa compagnia nelle gite in pattino.
  • Berto, Homs, Il Tortina e gli altri ragazzi della banda: di bassa estrazione sociale, che vivono di espedienti in piena libertà. Sono loro ad accompagnare Agostino alla scoperta della sessualità e del mondo degli adulti.
  • Saro: proprietario di una barchetta, che “accudisce” i giovani sbandati, appoggiando le loro ruberie e tenendo con loro rapporti ambigui.

Riassunto

Il giovane tredicenne di estrazione borghese trascorre con la madre un periodo di vacanza estiva al mare. Egli vive in una dimensione ancora fanciullesca, protetto dalla madre e privo di una reale conoscenza del mondo. I suoi equilibri si rompono quando Renzo si frappone a loro, rubando le attenzione fin’ora solo a lui dedicate. Le consuete uscite in pattino ora non sono più riservate solamente a madre e figlio, ma è Renzo ad accompagnare la madre. Dopo una litigata in cui Agostino prende in giro la madre che attende fiduciosa l’arrivo del pattino con Renzo, Agostino si allontana dal suo bagno e in una cabina fa la conoscenza di Berto, uno dei ragazzi che stavano giocando a guardie e ladri e si unisce a loro in cambio di un pacchetto di sigarette rubate dalla borsa della madre. I ragazzi provengono dalla classe sociale più bassa e riempiono le loro giornate di piccoli espedienti, guidati dal Saro, uomo spaventoso anche nell’aspetto poiché possiede sei dita. Quest’ultimo, durante un attraversamento in barca, tenta un approccio pedofilo con Agostino, il quale si allontana intimorito e nega che sia accaduto qualcosa agli altri, che però non gli credono e lo rendono oggetto di derisione. È con questi giovani che Agostino apprende il significato del denaro e del sesso. Si fa convincere dal Tortima a sottrarre alla madre soldi e a rompere il salvadanaio con i risparmi della sua fanciullezza per pagare un rapporto sessuale in una casa di prostituzione. Viene però raggirato dal compagno e all’ingresso gli viene impedito di entrare perché troppo piccolo. Riesce solamente a vedere da una finestra l’immagine di una prostituta. Resta quindi derubato dei soldi, tradito e umiliato. Ritorna dalla madre e prima di dormire le chiede di essere trattato come un adulto e di poter partire il giorno seguente.

Commento



Registrati e Iscriviti alla newsletter


(Leggi la privacy)


Verrà spedita una password via e-mail.

È l'unico passaggio richiesto!

Verrai reindirizzato automaticamente in questa pagina dove troverai il commento per intero.

Hai già un'account? Effettua il login.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.