Analisi del testo: "Movesi il vecchierel canuto et biancho" di Francesco Petrarca

Scheda sintetica dell'opera
  • Autore Francesco Petrarca
  • Titolo dell'Opera Rerum vulgarium fragmenta (Canzoniere)
  • Data Tra il 1336 e il 1374
  • Genere Poesia lirica
  • Forma metrica Sonetto con quartine a rima incrociata e terzine a rima ripetuta. Schema ABBA, ABBA, CDE, CDE

Analisi del testo e Parafrasi: “Movesi il vecchierel canuto et biancho” di Francesco Petrarca

Analisi del testo: "Movesi il vecchierel canuto et biancho" di Francesco Petrarca


Testo dell'opera

1. Movesi il vecchierel canuto et biancho
2. del dolce loco ov’à sua età fornita
3. et da la famigliuola sbigottita
4. che vede il caro padre venir manco;

5. indi trahendo poi l’antiquo fianco
6. per l’extreme giornate di sua vita,
7. quanto piú pò, col buon voler s’aita,
8. rotto dagli anni, et dal camino stanco;

9. et viene a Roma, seguendo ’l desio,
10. per mirar la sembianza di colui
11. ch’ancor lassú nel ciel vedere spera:

12. cosí, lasso, talor vo cerchand’io,
13. donna, quanto è possibile, in altrui
14. la disïata vostra forma vera.

Parafrasi affiancata

1. Il vecchietto canuto si allontana
2. dal suo dolce paese, dove ha trascorso tutta la vita,
3. e dalla sua famiglia, commossa
4. dal vedere il caro padre che parte;

5. da lì, trascinando a fatica le vecchie membra
6. per le ultime giornate della sua vita,
7. si fa coraggio quanto più può con la buona volontà,
8. esausto per l’età e affaticato dal cammino;

9. e viene a Roma, seguendo il suo desiderio
10. di vedere il cosiddetto velo della Veronica, l’immagine di Cristo
11. che spera di poter vedere di nuovo in cielo, dopo la morte:

12. allo stesso modo, a volte cerco io,
13. Laura, per quanto possibile, in altre donne
14. la vostra tanto desiderata immagine.

Parafrasi discorsiva

Il vecchietto canuto si allontana dal suo dolce paese, dove ha trascorso tutta la vita, e dalla sua famiglia, commossa dal vedere il caro padre che parte.
Da lì, trascinando a fatica le vecchie membra per le ultime giornate della sua vita, si fa coraggio quanto più può con la buona volontà, esausto per l’età e affaticato dal cammino; e viene a Roma, seguendo il suo desiderio di vedere il cosiddetto velo della Veronica, l’immagine di Cristo che spera di poter vedere di nuovo in cielo, dopo la morte; allo stesso modo, Laura, a volte cerco per quanto possibile in altre donne la vostra tanto desiderata immagine.

Figure retoriche

  • nell’intero testo: similitudine fra il vecchio in pellegrinaggio e l’io (il passaggio fra i due termini è al v. 12, segnalato dal così);
  • Endiadi: v. 1: “canuto et bianco”;
  • Anastrofe v. 2: “ha sua età fornita”;
  • Sineddoche v. 5: “fianco”;
  • Chiasmo v. 8: “rotto dagli anni e dal cammino stanco“;
  • Perifrasi v. 10: “colui/ ch’ancor lassú nel ciel vedere spera” (sta per Dio).

Commento



Registrati e Iscriviti alla newsletter


(Leggi la privacy)


Verrà spedita una password via e-mail.

È l'unico passaggio richiesto!

Verrai reindirizzato automaticamente in questa pagina dove troverai il commento per intero.

Hai già un'account? Effettua il login.

Un Commento

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.