Analisi del testo: "L’isola" di Giuseppe Ungaretti

Scheda sintetica dell'opera
  • Autore Giuseppe Ungaretti
  • Titolo dell'Opera Sentimento del tempo
  • Prima edizione dell'opera 1933
  • Genere Poesia lirica
  • Forma metrica Due strofe diseguali (rispettivamente di 11 e 13 versi), costituite da quinari, settenari, novenari ed endecasillabi, che procedono liberamente così come le rime

Analisi del testo e Parafrasi: “L’isola” di Giuseppe Ungaretti

Analisi del testo: "L’isola" di Giuseppe Ungaretti


Testo dell'opera

1. A una proda ove sera era perenne
2. di anziane selve assorte, scese,
3. e s’inoltrò
4. e lo richiamò rumore di penne
5. ch’erasi sciolto dallo stridulo
6. batticuore dell’acqua torrida,
7. e una larva (languiva
8. e rifioriva) vide;
9. ritornato a salire vide
10. ch’era una ninfa e dormiva
11. ritta abbracciata a un olmo.

12. In sé da simulacro a fiamma vera
13. errando, giunse a un prato ove
14. l’ombra negli occhi s’addensava
15. delle vergini come
16. sera appiè degli ulivi;
17. distillavano i rami
18. una pioggia pigra di dardi,
19. qua pecore s’erano appisolate
20. sotto il liscio tepore,
21. altre brucavano
22. la coltre luminosa;
23. le mani del pastore erano un vetro
24. levigato da fioca febbre.

Parafrasi affiancata

1. Ad una riva dove sempre copriva d’ombra
2. la fitta e antica vegetazione, giunse
3. e lì s’inoltrò
4. e lo richiamò il frullo di un uccello
5. che si era alzato in volo
6. da un’acqua immersa nella calura e quasi percorsa da un’intensa vibrazione (stridulo batticuore).
7. E una presenza vaga e indecifrabile;
8. vide;
9. ritornato a salire vide
10. che era una ninfa che dormiva
11. in piedi, abbracciata ad un olmo.

12.Dentro di sé alla ricerca di un chiarificazione (fiamma vera)
13. vagando, giunse ad un prato dove
14. l’ombra si addensava negli occhi
15. delle vergini come
16. riverberandosi ai piedi degli alberi d’ulivo;
17. i rami intricati lasciavano cadere quasi ad uno ad uno i raggi del sole
18. come le gocce di una pioggia pigra, lenta e rada.
19. Lì alcune pecore si erano appisolate
20. al tepore dei raggi filtrati dagli alberi,
21. altre brucavano
22. il prato irregolarmente illuminato dai raggi del sole;
23. le mani del pastore erano trasparenti
24. come se una febbre leggera le imperlasse di umidità.

Parafrasi discorsiva

Giunse ad una riva che la fitta e antica vegetazione copriva sempre d’ombra, e lì s’inoltrò, e lo richiamò il frullo di un uccello che si era alzato in volo da un’acqua immersa nella calura e quasi percorsa da un’intensa vibrazione (stridulo batticuore). E vide una presenza vaga e indecifrabile; ritornato a salire vide che era una ninfa che dormiva in piedi, abbracciata ad un olmo.
Vagando dentro di sé alla ricerca di una chiarificazione (fiamma vera), giunse ad un prato dove l’ombra si addensava negli occhi delle vergini, riverberandosi ai piedi degli alberi d’ulivo; i rami intricati lasciavano cadere quasi ad uno ad uno i raggi del sole, distillandoli come le gocce di una pioggia pigra, lenta e rada. Lì alcune pecore si erano appisolate al tepore dei raggi filtrati dagli alberi, altre brucavano il prato irregolarmente illuminato dai raggi del sole; le mani del pastore erano trasparenti come se una febbre leggera le imperlasse di umidità.

Figure retoriche

  • Analogie v. 2: “anziane selve assorte”; v.v. 5-6: “stridulo/ batticuore dell’acqua torrida”; v. 18: “una pioggia pigra di dardi”;
  • Enjambements vv. 5-6; vv. 9-10; vv. 10-11; vv. 12-13; vv. 14-15; vv. 15-16; vv. 21-22: vv. 23-24;
  • Metafora vv. 23-24: “le mani del pastore erano un vetro/ levigato da fioca febbre”;
  • Personificazioni v. 2: “anziane selve assorte”; vv. 5-6: “stridulo/ batticuore dell’acqua torrida”;
  • Sinestesia v. 20: “liscio tepore”;
  • Iperbati vv. 1-2: “A una proda ove sera era perenne/ di anziane selve assorte, scese”; vv. 13-14-15: “ove/ l’ombra negli occhi s’addensava/ delle vergini”;
  • Allitterazioni v. 1: “er”; v. 2: “s” ed “e”; vv. 4-8: “r”; vv. 18-19: “p”;
  • Anafore vv. 3-4: “e s’inoltrò/ e lo richiamò…” ; vv. 7-8: “e una larva (languiva)/ e rifioriva”.

Commento



Registrati e Iscriviti alla newsletter


(Leggi la privacy)


Verrà spedita una password via e-mail.

È l'unico passaggio richiesto!

Verrai reindirizzato automaticamente in questa pagina dove troverai il commento per intero.

Hai già un'account? Effettua il login.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.