[Video] Intervista a Fëdor Michajlovič Dostoevskij (Carmelo Bene)


D: Cosa pensa dell’arte contemporanea, maestro? È convinto anche lei che nella maggior parte dei casi sia totalmente incomprensibile?

R (Dostoevskij): Da noi parlare con gli altri è una vera scienza. Ci sono molti metodi semplificati e puramente scientifici. Prima ad esempio le parole “io non capisco nulla” dimostravano soltanto la stupidità di colui che le pronunciavano. Adesso invece fanno grandissimo onore, basta che le pronunciate con aria sincera e con superbia. “Io non capisco nulla d’arte”: e vi ponete subito ad un’altezza straordinaria. Questo, è tanto più convincente se non capite nulla davvero.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.