Analisi del testo: "Meravigliosamente" di Jacopo Da Lentini

Scheda sintetica dell'opera
  • Autore Jacopo Da Lentini
  • Titolo dell'Opera Poesie
  • Data Tra il 1233 e il 1241 circa
  • Genere Poesia lirica
  • Forma metrica Canzonetta di sette stanze di nove versi settenari, rimati secondo lo schema abc abc ddc. Rime siciliane: ora – pintura – figura (vv. 3, 6, 9); porti – forte (vv. 10, 13); ascoso – incluso – amoroso (vv. 30, 33, 36); avete - ascondete – vedite (vv. 48, 51, 54)

Analisi del testo e Parafrasi: “Meravigliosamente” di Jacopo da Lentini

Analisi del testo: "Meravigliosamente" di Jacopo Da Lentini


Testo dell'opera

1. Meravigliosa-mente
2. un amor mi distringe,
3. e mi tene ad ogn’ora.
4. Com’om, che pone mente
5. in altro exemplo pinge
6. la simile pintura,
7. così, bella, facc’eo,
8. che ‘nfra lo core meo
9. porto la tua figura.

10. In cor par ch’eo vi porti,
11. pinta come parete,
12. e non pare difore.
13. O Deo, co’ mi par forte
14. non so se lo sapete,
15. con’ v’amo di bon core;
16. ch’eo son sì vergognoso
17. ca pur vi guardo ascoso,
18. e non vi mostro amore.

19. Avendo gran disio,
20. dipinsi una pintura,
21. bella, voi simigliante,
22. e quando voi non vio
23. guardo ‘n quella figura,
24. e par ch’eo v’aggia davante;
25. come quello che crede
26. salvarsi per sua fede,
27. ancor non veggia inante.

28. Al cor m’arde una doglia,
29. com’ om che ten lo foco
30. a lo suo seno ascoso,
31. e quanto più lo ‘nvoglia,
32. allora arde più loco,
33. non pò star incluso:
34. similemente eo ardo,
35. quando pass’e non guardo
36. a voi, vis’ amoroso.

37. S’eo guardo, quando passo,
38. inver’ voi no mi giro,
39. bella, per risguardare;
40. andando, ad ogni passo
41. getto un gran sospiro
42. ca facemi ancosciare;
43. e certo bene ancoscio,
44. c’a pena mi conoscio,
45. tanto bella mi pare.

46. Assai v’aggio laudato,
47. madonna, in tutte parti,
48. di bellezze c’avete.
49. Non so se v’è contato
50. ch’eo lo faccia per arti,
51. che voi pur v’ascondete:
52. sacciatelo per singa
53. zo ch’eo no dico a linga,
54. quando voi mi vedite.

55. Canzonetta novella,
56. va’ canta nuova cosa;
57. lèvati da maitino
58. davanti a la più bella,
59. fiore d’ogn’amorosa,
60. bionda più c’auro fino:
61. “Lo vostro amor, ch’è caro,
62. donatelo al Notaro
63. ch’è nato da Lentino”.

Parafrasi affiancata

1. In modo straordinario
2. un amore mi stringe
3. e mi possiede ogni momento.
4. Come uno che rivolge la mente
5. a un modello diverso, lo dipinge
6. in modo simile in un dipinto,
7. alla stessa maniera, o bella donna, faccio io,
8. che porto la tua immagine nel mio cuore.

10. Pare che io vi porti nel cuore
11. dipinta come apparite
12. e non si vede dal di fuori.
13. O Dio, come mi sembra duro.
14. Non so se voi sapete
15. quanto io vi ami con tutto il cuore:
16. poiché io provo una tale vergogna
17. che vi guardo solo di nascosto
18. e non vi rendo evidente il mio amore.
19. Sentendo un forte desiderio,
20. dipinsi un dipinto bello,
21. somigliante a voi,
22. e quando non vi vedo
23. guardo quell’immagine
24. e sembra che io vi abbia davanti:
25. allo stesso modo di colui che crede
26. di raggiungere la salvezza grazie alla sua fede in Dio,
27. sebbene non veda davanti a sè ciò in cui crede.

28. Mi brucia un dolore nel cuore,
29. come uno che tiene un fuoco
30. nascosto nel suo petto,
31. e quando lo avvolge di più,
32. allora lì arde con più forza
33. e può stare chiuso:
34. in modo simile io brucio
35. quando passo e non guardo
36. verso di voi, viso degno di essere amato.

37. Quando passo, se io guardo verso di voi,
38. bella donna (= è il “bella del v. 39), non mi giro
39. per non guardare di nuovo.
40. Camminando, ad ogni passo,
41. getto un profondo sospiro
42. che mi fa respirare con fatica;
43. e certamente mi angoscio
44. a tal punto che a mala pena riconosco me stesso,
45. tanto mi sembri bella.

46. Vi ho tanto lodato,
47. o madonna, in tutti gli aspetti
48. delle bellezze che voi avete.
49. Non so se vi è stato detto
50. che io lo faccio per finzione,
51. perciò voi vi nascondete sempre.
52. Sappiatelo attraverso dei segni esteriori
53. ciò che non dico con la lingua,
54. quando voi mi vedrete.

55. Canzonetta nuova,
56. va’ e canta una cosa mai sentita prima;
57. alzati al mattino presto
58. davanti alla più bella,
59. la migliore tra le donne degne di essere amate,
60. bionda più dell’oro puro:
61. “Il vostro amore che è molto prezioso,
62. donatelo al notaio
63. che è nato a Lentini”.

Parafrasi discorsiva

In modo straordinario un amore mi stringe e mi possiede ogni momento. Come uno che rivolge la mente a un modello diverso, lo dipinge in modo simile in un dipinto, alla stessa maniera, o bella donna, faccio io, che porto la tua immagine nel mio cuore.

Pare che io vi porti nel cuore dipinta come apparite e non si vede dal di fuori. O Dio, come mi sembra duro. Non so se voi sapete quanto io vi ami con tutto il cuore: poiché io provo una tale vergogna che vi guardo solo di nascosto e non vi rendo evidente il mio amore.

Sentendo un forte desiderio, dipinsi un dipinto bello, somigliante a voi, e quando non vi vedo guardo quell’immagine e sembra che io vi abbia davanti: allo stesso modo di colui che crede di raggiungere la salvezza grazie alla sua fede in Dio, sebbene non veda davanti a sè ciò in cui crede.

Mi brucia un dolore nel cuore, come uno che tiene un fuoco nascosto nel suo petto, e quando lo avvolge di più, allora lì arde con più forza e può stare chiuso: in modo simile io brucio quando passo e non guardo verso di voi, viso degno di essere amato.

Quando passo, se io guardo verso di voi, bella donna, non mi giro per non guardare di nuovo. Camminando, ad ogni passo, getto un profondo sospiro che mi fa respirare con fatica; e certamente mi angoscio a tal punto che a mala pena riconosco me stesso, tanto mi sembri bella.

O madonna, vi ho tanto lodato, in tutti gli aspetti delle bellezze che voi avete. Non so se vi è stato detto che io lo faccio per finzione, perciò voi vi nascondete sempre. Sappiatelo attraverso dei segni esteriori ciò che non dico con la lingua, quando voi mi vedrete.

Canzonetta nuova, va’ e canta una cosa mai sentita prima; alzati al mattino presto davanti alla più bella, la migliore tra le donne degne di essere amate, bionda più dell’oro puro: “il vostro amore che è molto prezioso, donatelo al notaio che è nato a Lentini”.

Figure retoriche

  • Enjambements “pone mente / in altro exemplo” (vv. 4-5); “pinge / la simile pintura” (vv. 5-6);
  • Allitterazioni di “m-n” “meravigliosamente un amor mi distringe e mi teme” “Com om che pone mente” (vv. 1-4); “donatelo al notaro ch’è nato da Lentino” (vv. 62-63); della “r” “’nfra lo core meo porto.. corpinta, parete, pare” (vv. 11-12); della “s”: “non so se lo sapete” (v. 14); “suo seno ascoso” (v. 30); della “v”: “voi, voi, vio, v’aggia, avante” (vv. 21-24); dela “c”: “ca facemi ancosciare / e certo bene ancoscio / c’a pena mi conoscio” (vv. 42-44);
  • Similitudini “com’om che pone mente / in altro exemplo pinge / la simile pintura” (vv. 4-6); “pinta como parete” (v. 11); “come quello che crede / salvarsi per sua fede” (vv. 25-26); “com’om che ten lo foco / a lo suo seno ascoso…” (vv. 29-30); bionda più c’auro fino (v. 60);
  • Metafore “m’arde una doglia” (v. 28); “fiore d’ogni amorosa”(v. 59);
  • Apostrofi “bella” (v. 7); “o Deo” (v. 13); “vis’amoroso” (v. 36); “bella” (v. 39); “madonna” (v. 47); “canzonetta novella” (v 55);
  • Personificazione “canzonetta novella” (v. 55);
  • Bisticcio “voi – vio” (v. 22).

Commento



Registrati e Iscriviti alla newsletter


(Leggi la privacy)


Verrà spedita una password via e-mail.

È l'unico passaggio richiesto!

Verrai reindirizzato automaticamente in questa pagina dove troverai il commento per intero.

Hai già un'account? Effettua il login.

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.